Letta vuole capigruppo donne, Pd in fibrillazione

22 mar 2021

Il metodo Letta e la sfida per un nuovo Pd dopo la squadra, il vice passa ora dai gruppi parlamentari. Il mio segretario indica la rotta, due capigruppo al femminile di qualità. Una svolta per Camera e Senato, che però, come sembra dalle dichiarazioni che arrivano proprio da quelle correnti che il nuovo leader sembra voler per ora accantonare dovrà fare i conti, è proprio il caso di dirlo, con i numeri e le posizioni dei parlamentari. Se infatti da un lato il Presidente dei deputati DelRio si è limitato a rivendicare l'autonomia dei gruppi, dall'altro, base riformista, la componente ex renziana del partito che fa capo al ministro della difesa, Guerini, ribadisce la fiducia nell'attuale numero uno, a Palazzo Madama, Andrea Marcucci, prossime ore, che non è ancora chiaro, potrebbero vedere un voto sui capigruppo dopo la discussione interna, andremo al Senato, tutto mentre l'iniziativa di Enrico Letta guarda non solo al partito, ma anche a quella che dovrà essere la coalizione su scala nazionale e locale, contano i dati spiega il neo leader, ma non è tutto. C'è la rete di rapporti sul piano economico imprenditoriale e sindacale, partendo però dal Governo e dalla visita al premier, Mario Draghi, un colloquio si fa sapere, cordiale e positivo a 360 gradi. Mercoledì poi sarà la volta della Presidente del Senato, Casellati. Io ho fatto quello con Roberto Fico, ma la partita più articolata resta quella interna tra resistenze e tensioni, per ora circolano diversi nomi, Malpezzi, Fedeli e Pinotti per il Senato e ancora, Serracchiani, Ascani, Rotta e Madia per la Camera, a far discutere poi anche il rapporto con gli altri partiti. E se Renzi è stato netto nel chiedere al neosegretario di scegliere tra riformisti e populisti, altrettanto lo è stato Letta nel chiarire che l'alleanza con il movimento è nel futuro DEM, percorso che piace al Presidente della Camera, Fico, proprio mentre i pentastellati sembrano prepararsi alla trasformazione che passa dalla leadership di Giuseppe Conte.

pubblicità
pubblicità