Mattarella: riforma Csm non più rinviabile

24 nov 2021

Dopo gli scandali, una riforma non più rinviabile. Parla anche come presidente del CSM, Sergio Mattarella, sulla collina di Castel Pulci, al decennale della Scuola Superiore della Magistratura. "La Magistratura è chiamata in questo periodo, a rivitalizzare le proprie radici deontologiche, valorizzando l'imparzialità e la irreprensibilità delle condotte individuali, rifuggendo dalle chiusure dell'autoreferenzialità e del protagonismo. In questa direzione, deve muovere anche la riforma del CSM, non più rinviabile. È indispensabile quindi, che la riforma avvenga al più presto realizzata, tenendo conto dell'appuntamento ineludibile, del prossimo rinnovo del Consiglio Superiore. Non si può accettare il rischio di dover indire le elezioni con vecchie regole, con sistemi ritenuti da ogni parte, come insostenibili." Il capo dello Stato, manda quindi un chiaro messaggio dal luogo dove si formano i magistrati. Lavorare tutti, esorta anche la Ministra della Giustizia Cartabia, al pieno recupero della credibilità e della fiducia. E dimostrare, sottolinea il Vicepresidente del CSM, Ermini, che la magistratura, non è quella degli scandali.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast