Mattarella: "Su pandemia serve responsabilità collettiva"

20 ott 2020

Un appello agli italiani, un richiamo alle istituzioni. Nel giorno in cui consegna le onorificenze a chi si è contraddistinto nella lotta alla pandemia, Sergio Mattarella rinnova l'invito alla responsabilità. Sembra avvicinarsi una nuova fase di emergenza, una prova che richiede fiducia, orgoglio e senso della misura, è la sintesi del Capo dello Stato. “Occorre anche la responsabilità collettiva, occorrono comportamenti diffusi di tutti nel nostro Paese perché tutti siamo chiamati a contribuire a sconfiggere la pandemia e la diffusione del contagio del virus”. Poi il richiamo forte alle istituzioni a collaborare e al mondo produttivo e professionale a non trincerarsi nella difesa dei propri interessi. “Ciascuna istituzione certamente comprende e comprenderà che deve non attestarsi a difesa della propria sfera di competenza, ma, al contrario, cercare collaborazione e coordinamento, un raccordo positivo, perché soltanto il coro sintonico delle nostre istituzioni e della loro attività può condurci a superare queste difficoltà”. Tra le persone insigniti dell'onorificenza al merito della Repubblica ci sono medici, infermieri, volontari, ricercatori, insegnanti, farmacisti, i lavoratori di tutti quei settori che hanno evitato la paralisi del Paese. Tra loro le dottoresse Annalisa Malara e Laura Ricevuti, le prime ad aver curato il paziente 1 di Codognato, Elena Pagliarino, l'infermiera ritratta nella foto e diventata simbolo dell'emergenza, e ancora Ettore Cannabona, Comandante dei Carabinieri che ha donato il suo stipendio alle famiglie colpite dal Covid. La riconoscenza nei loro confronti - dice il Presidente della Repubblica - e di tutti coloro che si sono impegnati in prima linea contro la pandemia non può esaurirsi nel ricordo di un giorno per non rimuovere quello che è accaduto.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.