Movimenti neofascisti, Commissione Ue condanna assalto Cgil

20 ott 2021

Gli scontri di Roma hanno colpito anche fuori dall'Italia. La matrice fascista, la base della violenza contro la sede del più grande Sindacato Italiano, ha spinto il Parlamento Europeo a dibattere il tema del pericolo dell'insorgere degli estremismi all'interno dell'Unione. Così l'assemblea dei parlamentari di tutta Europa, ha affrontato il tema, non solo dei fascisti che rialzano la testa, ma anche del pericolo della saldatura tra i movimenti di estrema Destra e quelli No Vax o No Green Pass. A Roma il 9 ottobre, un gruppo neofascista ha usato una manifestazione contro misure sul Covid, per scatenare il caos nella città e attaccare la sede di un sindacato, ha detto intervenendo davanti al Parlamento, la Commissaria all'Uguaglianza Helena Dalli. Questo, ha proseguito la rappresentante del Governo Europeo, ci ha mostrato che l'odio, la violenza, l'intolleranza, non si stanno solo nascondendo negli angoli più oscuri del web, ma sono diventati mainstream e rischiano di sfociare nella violenza pubblica, minacciando la stabilità delle nostre democrazie. Bisogna agire subito, le ha fatto eco il Ministro degli Esteri sloveno, Presidente di turno dell'Unione Europea, diverse fonti confermano un aumento dell'intolleranza e dell'estremismo in Europa. La paura di diversi servizi di sicurezza, di vari Paesi europei è che l'ondata di proteste No Vax, possa essere alla lunga monopolizzata e guidata da movimenti estremisti, in alcuni casi vicini al neofascismo. Questo in realtà, è già accaduto in alcune occasioni, non solo in Italia ma anche in Germania, in Francia e Spagna. Anche se la galassia No Green Pass e No Vax, è stata finora generalmente molto variegata e politicamente composita. In ogni caso, la Commissaria Dalli ha annunciato che verrà attentamente valutato se i Paesi membri, hanno completamente recepito nei loro ordinamenti le direttive europee contro l'istigazione all'odio e il razzismo. Poi, si è animato il dibattito tra i parlamentari, che si sono divisi a seconda degli schieramenti politici, tra chi condannava la violenza fascista e chi, pur condannandola, accusava gli altri di strumentalizzarla per delegittimare la Destra.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast