Omicron, Speranza: prudenza ma no giudizi affrettati

28 nov 2021

La quarta ondata che imperversa in Europa, la variante Omicron che preoccupa, i controlli sul super Green pass che impensieriscono. Il Governo, già alle prese con la manovra economica e il completamento dei progetti del Next Generation per le prossime tranche dei fondi europei, deve affrontare, nei prossimi giorni, ulteriori preoccupazioni legate alla circolazione del virus. Dopo l'ultimo decreto, che ha introdotto nuove misure con la certificazione verde rafforzata, e il tema complesso dei controlli anche sul trasporto pubblico, "sarà impegnativo ma faremo il massimo" dice il Ministro dell'Interno Lamorgese, che fa appello al senso di responsabilità e alla collaborazione, ora l'esecutivo deve affrontare i timori legati alla variante sudafricana già arrivata nel nostro Paese. Nessun nuovo provvedimento all'orizzonte per ora, prima bisogna analizzare i dati e verificare l'andamento della curva epidemiologica, spiega il Ministro della Salute Speranza. Fase delicata certo e variante che presenta rischi significativi ma non bisogna lasciarsi andare a giudizi affrettati. "Abbiamo bisogno di tempo, di un pò di tempo per poter studiare, approfondire, capire meglio l'impatto reale di questa variante. È evidente che la comunità scientifica internazionale è già a lavoro su questo. Alcune analisi primissime che vengono fatte segnalano comunque un elemento di rischio". Speranza che confida nei risultati già positivi di una campagna vaccinale che va avanti, sia sulle terze dosi che sulle prime somministrazioni per quella platea ancora consistente di non vaccinati. L'obiettivo resta quello di tenere in sicurezza il sistema ospedaliero ed evitare chiusure. "Se a gennaio siamo in una condizione in cui se togliamo il Green pass rischiamo di aumentare i numeri di misure restrittive per imprese, esercizi commerciali e famiglie, per me ben venga il super Green pass. Task force dedicate, come quella dello Spallanzani, blocco dei voli dall'Africa australe, tracciamento e sequenziamento potenziato e poi, grazie anche alle iniziative dei sindaci, da Milano capofila a Roma, sull'utilizzo delle maschere all'aperto nei luoghi di maggiore assembramento, sono queste le iniziative messe in campo accanto alle ultime misure approvate. L'approccio resta quello della prudenza e della responsabilità.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast