Open Arms, giunta Senato dice no al processo a Salvini

26 mag 2020

Nessun processo a Matteo Salvini per la vicenda della nave Open Arms, con l'astensione dei 3 senatori di Italia viva è stata approvata la richiesta di Gasparri di non rinviare a giudizio per sequestro di persona l'ex ministro dell'interno, la relazione con cui presidente, della giunta ha proposto di respingere la richiesta dei magistrati di Palermo è stata accolta da 13 componenti, 7 hanno votato contro, 3 gli astenuti, i pronostici erano già favorevole all'ex titolare del Viminale ma la decisione dei renziani ha sicuramente reso l'esito schiacciante. Non c'è stata a nostro parere, un'istruttoria seria, la motivazione del capogruppo Italia Viva in giunta Francesco Bonifazi, dal complesso della documentazione prodotta non sembrerebbe emergere l'esclusiva riferibilità all'ex ministro dell'interno nei fatti contestati. Una dichiarazione che, di fatto, tira in ballo Giuseppe Conte, Premier prima il Governo gialloverde e ora dell'esecutivo Pd Movimento 5 Stelle. La scelta di non partecipare al voto in giunta del mio gruppo, Italia viva, non è una scelta politica, il giudizio che noi abbiamo sempre espresso nei confronti delle politiche migratorie dell'ex ministro dell'interno Salvini è già noto a tutti, quindi è una scelta nel merito della questione. Tra i 13 componenti contrari al processo, come previsto, la pentastellata Riccardi e l'ormai ex Giarrusso, il verdetto entro mese dovrà essere ratificata dall'aula di Palazzo Madama, Salvini commenta su Facebook il risultato del voto. Grazie ai senatori che hanno votato liberamente dicendo Salvini da ministro ha fatto solo il suo dovere nell'interesse pubblico del Paese e tutto il Governo era d'accordo con lui. In giorni in cui il nome di Salvini viene evocato nelle intercettazioni che riguardano l'ex numero uno dell'Anm ed ex consigliere del Csm, Luca Palamara, il leader leghista attacca duramente la Magistratura, mi auguro che Mattarella sciolga il Csm, si nomini nuovi componenti, estraendo a sorte per evitare il potere delle correnti. Alla Lega e Fratelli d'Italia si rivolge Forza Italia per fare fronte comune per varare in Parlamento la riforma della giustizia. Noi chiediamo che ci sia una vera riforma della giustizia, una riforma del sistema elettorale del Consiglio superiore della magistratura, la separazione delle carriere.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast