Orlando: sì a modifiche proporzionale contro frammentazione

27 set 2019

Non tutto si risolve con le leggi elettorali, c'è anche il tema del ruolo della funzione dei partiti, della loro missione, di come sanno interpretare le domande dei cittadini, che a mio avviso va affrontato. Dopodiché io sono convinto del fatto che per quanto si giustifichi in qualche modo una modifica della legge elettorale, che porti a garantire un maggior pluralismo territoriale e politico, perché di questo stiamo parlando, se si riduce il numero dei parlamentari bisogna stare attenti che alcune aree del Paese non siano sacrificate nella rappresentanza e che alcune forze politiche, magari che hanno avuto un voto significativo, non siano tagliate fuori dal Parlamento. Detto tutto questo però io non sono sicuro che l'approdo debba essere necessariamente un proporzionale puro.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.