Primarie Pd, Gualtieri: "Calenda? Riflettere, non criticare"

20 giu 2021

"Siamo venuti subito al comitato, c'è grande effervescenza, naturalmente, qui a Roma in via dei Cerchi, ci siamo sposati, prima eravamo al seggio dove poi ha votato Enrico Letta a Testaccio. Ha vinto Gualtieri, fra l'altro Enrico Letta, il Segretario del Partito Democratico, è stato il primo a twittare questa vittoria, quando ancora c'era il 10%, diciamo, dei seggi scrutinati. Una vittoria però abbastanza schiacciante, diciamo, sopra il 62%, è giusto? Più o meno, insomma, grande distacco. Erano sette i candidati, due donne e cinque uomini, fra cui lui, diciamo, ora lo possiamo ampiamente dire che era, insomma, pronosticato che vincesse lei ed era una vita di larghissima misura e una partecipazione che ha soddisfatto il Segretario del Partito Democratico e un po' tutti gli organizzatori, giusto?" "Sì, siamo davvero soddisfatti di questa partecipazione superiore alle attese. Un bellissimo risultato per il centrosinistra, per Roma e abbiamo fatto bene a fare le primarie e io sono naturalmente onorato e sento tutta la responsabilità di questa fiducia per guidare una coalizione larga e unita per rilanciare e salvare Roma". "Lei adesso si aspetta, chiaramente, il sostegno anche da tutti gli altri candidati, ma invece come la mettiamo con Calenda, comunque?" "Ma, insomma, chi ha criticato le primarie credo che adesso farebbe bene a riflettere perché invece il risultato è stato bellissimo, noi siamo contenti, non voglio fare polemiche, oggi vorrei ringraziare invece gli altri candidati con cui ci stiamo sentendo, stanno arrivando qui e siamo davvero una bella squadra, unita, quindi sono molto contento del mio risultato ma anche della squadra di candidati e di tutte le forze politiche associative che hanno sottoscritto il manifesto della coalizione e che ora daranno tutto il loro impegno per questa sfida bellissima. Noi vogliamo ancora allargare la nostra coalizione, vogliamo essere aperti, inclusivi, perché Roma per essere rilanciata e salvata ha bisogno del contributo di tutti quelli che vogliono dare una mano". "Però, allargare, io farei un'ultima domanda sicuramente a Gualtieri, non posso non fargliela. Lei dice allargare, però ha già detto: no apparentamenti con i 5 Stelle e no assessori 5 Stelle se dovessi vincere". "Sì, assolutamente, io sto parlando della società, di tante forze associative di cittadini che vogliono che noi, a cui chiederemo di partecipare, di aiutarci nella stesura del programma, nella formazione della coalizione. Noi vogliamo creare una grande alleanza politica, sociale e civica per il futuro di Roma e chiediamo a tutti i cittadini di unirsi in questo sforzo. Già oggi c'è stata una bellissima mobilitazione, quindi partiamo con il popolo del centrosinistra, il popolo delle primarie che ha risposto con entusiasmo e partecipazione". "E allora ringraziamo Gualtieri, Roberto Gualtieri che quindi è il candidato per il centrosinistra, a, diciamo, a sindaco di Roma alle prossime elezioni amministrative. Una vittoria piuttosto schiacciante, un 45%, oltre il 45%, diciamo, di partecipanti alle primarie e per lui oltre il 62% di preferenze quindi, insomma, non c'è stata una grandissima partita con gli altri sei candidati e, diciamo, competitor. Chiaramente, è evidente anche dalle sue parole, i 5 Stelle, in questo caso non ci sarà nessun cammino insieme, anzi, però, ecco, da qui adesso parte la partita del centrosinistra per il Campidoglio".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast