Recovery Fund, investimenti su università e ricerca. VIDEO

08 ott 2021

Scuola si cambia e si investe. La prima cabina di regia sul PNRR dedicata alla scuola mette sul piatto quello che da anni non si vedeva: fondi. 3 miliardi per l'edilizia scolastica, 5,4 per la nuova didattica, 6 per la ricerca. Fondi per università e ricerca che mancavano da molto tempo, investimento totale di 9 miliardi di cui 6 dedicati alla ricerca in filiera, 5 spiega il ministro Messa devono andare a bando entro la fine di quest'anno. Prevedono circa 60 progetti che passeranno questa fase di valutazione. Le misure a bando saranno riservate per il 40% a donne ricercatrici e gli enti che si manifesteranno per la formazione delle filiere dovranno dimostrare di avere all'interno un bilancio di genere o una valutazione sulla parità di genere, sostiene il Ministro insomma investimenti e non sottrazioni, fondamentali per la crescita del Paese. "Il PNRR è un prestito o, come piace dire a molti, un mutuo, che poi nel '26 deve camminare con le proprie gambe, dovendo camminare con le proprie gambe deve cercare di assorbire tutti quei giovani che, in questi anni fino al '26, saranno formati attraverso questa azione, quindi è una crescita reale per il Paese e per i nostri giovani." Università e ricerca dunque al centro e il neo premio Nobel Parisi lo conferma, ha fatto capire le potenzialità di ricerca e scienza, ha detto il premier Mario Draghi, aggiungendo: i finanziamenti destinati alla ricerca, specialmente quella di base, sono stati inferiori negli ultimi anni rispetto ai Paesi dell'Unione europea a noi limitrofi, il Governo dice vuole colmare questo divario.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast