Fase 2, confronto e polemica. Unanimità scostamento bilancio

30 apr 2020

Fase due e riaperture: tanti tasselli per un mosaico sempre più complesso. Il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia prima ammonisce: "ordinanze regionali coerenti con il DPCM, altrimenti scatta la diffida", poi però annuncia: "in base al monitoraggio delle prossime settimane ci potranno essere dal 18 maggio scelte differenziate tra le regioni sulle riaperture di attività. Il principio", spiega Boccia "è contagi giù uguale più aperture e viceversa". In attesa nelle prossime ore della nuova informativa del premier Giuseppe Conte sull'emergenza, si guarda al dossier economico del Paese e in Parlamento arriva il voto sul documento di economia e finanza e sullo scostamento di bilancio. Ci aspettano periodi ancora difficili, ma lo spirito di unità che ha pervaso il Paese in questo drammatico periodo e che auspico potrà riflettersi in un ampio e costruttivo dialogo sulle misure da varare in un largo sostegno alla richiesta di scostamento che questo Governo rivolge al Parlamento, mi fa ritenere che con costanza e determinazione riusciremo a superare questo momento di difficoltà senza precedenti, grazie. Tornando al DPCM, sulla fase due interviene il Presidente della Camera Roberto Fico, in passato ha sempre contestato l'eccessiva decretazione di urgenza, "ma in questo caso è proprio una fattispecie che prevede la nostra Costituzione: i decreti per necessità e urgenza" dice. Ma nella maggioranza si chiede un maggior coinvolgimento del Parlamento. Rapidità è tutto, quindi bisogna anche comprendere questo uso dei DPCM, dei decreti del Presidente del Consiglio, però la comprensione adesso, in questa fase, come dire, deve lasciare il posto invece a una procedura più ordinaria. Dall'opposizione, invece, mentre i governatori del centrodestra chiedono al premier e al capo dello stato Sergio Mattarella, il pieno rispetto dell'assetto costituzionale e del riparto di competenze tra lo stato e le regioni, Matteo Salvini rilancia: in Parlamento a oltranza. Tutto il tempo necessario finché il Governo non darà agli italiani le risposte chiare. Stupore per la mossa della Lega di Fratelli d'Italia che fa sapere: "non è stata una strategia concordata". Anche il vicepresidente azzurro Antonio Tajani commenta: "Forza Italia non è stato informata dell'iniziativa e io stesso non ne sapevo nulla".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast