Salvini: con Morisi schifezza mediatica. Gelo con Giorgetti

28 set 2021

C'è l'ultima settimana di campagna elettorale dagli esiti che sembrano molto indecisi. C'è la rincorsa all'alleato sfidante di Fratelli d'Italia e poi ancora c'è lo scandalo che ha coinvolto la mente e il braccio della comunicazione del Carroccio e dello stesso Salvini. E infine c'è la distanza che diventa quasi gelo con l'altro uomo forte della Lega, il Ministro Giorgetti. Insomma per il Segretario Capitano sono giorni che sanno di conta. Lui, Matteo Salvini, su Morisi tira dritto: "Sono spiaciuto della schifezza mediatica che condanna le persone prima che sia un tribunale a farlo. Luca è una gran brava persona". I nodi politici invece restano tutti. Con Giorgetti che, disegnando lo scenario di Mario Draghi al Quirinale e con le elezioni anticipate, ha lanciato nello stagno del Parlamento un sasso pesante. Quello che consente a Conte di dire che la lega ha una conflittualità interna preoccupante e che con questa maggioranza arrivare al 2023 sembra improbabile. Poi c'è tutta la partita dei candidati sindaci: anche su loro Salvini e Giorgetti sembrano giocare su piani diversi, con il Ministro a lasciare intendere che le persone scelte non abbiano la giusta caratura, e che addirittura a Roma la persona con le caratteristiche per amministrarla sia Calenda. Ragionamenti che sanno di una Lega molto di Governo e poco di lotta, quella che ha esponenti di spicco anche nei Presidenti di Regione e in quella classe dirigente, per lo più a trazione Nordest, che potrebbe farsi sentire sempre di più soprattutto se le urne dovessero deludere. In quel caso quel Congresso, da molti evocato sommessamente, potrebbe davvero essere messo all'ordine del giorno.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast