Salvini su Mes: I rischi sono evidenti

05 dic 2019

Io non vorrei che l'escamotage per non far scannare PD e 5 Stelle fosse: ne riparliamo a gennaio, magari dopo le elezioni in Emilia Romagna, quindi il 27 gennaio, però il pacchetto rimane quello. Sì perché hanno detto: puoi cambiare i memorandum finali. E' come dire: nella formazione del Milan di adesso ti faccio cambiare, visti i problemi che hai, tre uomini in panchina. Allora dico: amico mio, il mio problema del Milan non è cambiare chi sta in panchina, ma è cambiare chi sta in campo. I rischi sono evidenti e sottolineati. Ne sottolineo uno visto che parlavamo di scudo, al di là del fatto che coi soldi degli italiani si rischia di aiutare le banche tedesche. Parlavamo di scudo dell'Ilva, di immunità, nel senso che in Italia togliamo l'immunità perché è giusto che tutto sia trasparente. Correggetemi se sbaglio: i sette membri di questo super organismo che deciderebbe di una cifra superiore ai 500 miliardi...”. “Il fondo salva-Stati, la governance del fondo salva-Stati”. “Io uso il termine fondo 'taglia-Stati' come ha scritto Milano Finanza. Sono immuni da qualsiasi responsabilità civile e penale. Cioè due tedeschi, due francesi, un olandese, un belga e un irlandese, questi sette superuomini che avrebbero in mano il portafoglio di 500 milioni di cittadini europei, qualunque sia la loro scelta, anche magari con errori fatti in malafede, sono penalmente immuni da tutto e da tutti”. “Hanno la responsabilità politica però, rispondono alla Commissione e c'è chi tratta per farli sanzionare dal Parlamento europeo”. “Perfetto, ma io do in mano a lei, con tutta la fiducia, il mio portafoglio scrivendo nel trattato che qualunque cosa faccia lei col mio portafoglio non ne risponderà mai a nessuno? No, altrimenti cambio mestiere. Quindi la segretezza, il fatto che comunque ancora ieri all'Eurogruppo, correggetemi se sbaglio, il capo del gruppo in Europa ha detto “il trattato è questo, o mangi sta minestra, o salti dalla finestra”, poi arriva Gualtieri che dice a Salvini: no, però cambiamo qualche avverbio, qualche aggettivo. Mi sembra evidente che...”. “C'è un tema, però, Salvini. Voi nel fine settimana farete una raccolta firme, gazebo, per...”. “Sabato e domenica saremo in 1.000 piazze italiane innanzitutto per spiegare il nostro punto di vista”. “Se l'Italia non firmasse, non aderisse al Mes, sarebbe un pericolo ancora più grave, metterebbe l'Italia in una posizione isolata in Europa. Ce lo possiamo permettere?”. “Ma se uno mi dice “devi dare a tuo figlio questa medicina” e io so che questa medicina a mio figlio fa male perché mio figlio è allergico a questa medicina, cosa faccio, tutelo la salute di mio figlio o vado avanti perché il medico mi ha detto “dagli sta medicina”? No. C'è una Banca Centrale Europea che dovrebbe garantire i risparmi, le banche; usiamo la Banca Centrale Europea. Comunque lei diceva giustamente: se ne parla in Parlamento, stamattina a Sky, perché noi della Lega abbia rotto le scatole, altrimenti avrebbero già firmato e buonanotte ai suonatori. Sabato e domenica, magari nevicherà o pioverà, saremo in 1.000 piazze italiane, da Milano a Palermo, per incontrare la gente spiegando quali sono dal nostro punto di vista i rischi - poi non pretendo di avere ragione, però quantomeno se ne deve parlare - raccogliendo le firme degli italiani, che ci diano mandato per andare in Parlamento mercoledì, quando tornerà il signor Conte, a dire: fermi tutti visto che si parla dei risparmi degli italiani. Poi può essere un rischio lontano, però ditemi se non è vero che sempre su Milano Finanza il dottor Salerno Aletta parlava di pericolo di incursione nei conti correnti, possibile ristrutturazione del debito, non automatico, ma possibile. Ragazzi, quindi io ci andrei molto, molto cauto. Poi i 5 Stelle dicono quello che dico io, quindi...”. “Questo è un tema”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.