Scontro tra PD e Italia Viva sulla prescrizione

12 feb 2020

Una fragile tregua in un clima da battaglia sulla prescrizione. Il Governo ha deciso di non inserire, infatti, nel decreto Milleproroghe, l'emendamento della discordia, quel lodo Conte bis, frutto di accordo della Maggioranza, ma monco del sì di Italia Viva. Credo che molestare quotidianamente i cittadini italiani con minacce, toni di un certo tipo, risse, sia sbagliato per cui io rispetto chi lo fa, dico che non troverà mai in me una sponda, io vado avanti con il lavoro. La forza politica di Renzi prima ha minacciato la mozione di sfiducia al Ministro Bonafede e poi ha accolto con soddisfazione il cambio di direzione del Governo, ma il sereno è durato appena un attimo, perché tra Pd e Italia Viva è stato un continuo scambio di accuse con Renzi e Zingaretti che ormai puntano apertamente il dito l'uno contro l'altro. Italia Viva ha voluto il Governo con i 5 stelle, a parole è nata per allargare il campo democratico ai Moderati contro Salvini, oggi è la principale causa di fibrillazione di questo campo e fa un favore a Matteo Salvini. Per tutta risposta Renzi parla di uno Zingaretti imbarazzato che insegue i giustizialisti invece di ridimensionarli. La bandiera la mette il Movimento 5 Stelle che è comprensibilmente in difficoltà, evidentemente in difficoltà come certificano i risultati elettorali e vuole, sulla prescrizione, giocare una partita di posizionamento, ma noi le partite di posizionamento sulla pelle dei cittadini non le facciamo fare. Ma più che le parole basta affacciarsi in Commissione Affari Costituzionali e alla Camera per capire quanto è profonda la spaccatura nella Maggioranza. Un emendamento che rinviava la riforma al 2023 è stato bocciato per 44 voti a 42. Italia Viva ha votato con le Opposizioni. Un altro voto sul lodo Annibali, Italia Viva, che propone di rinviare di un anno la riforma Bonafede, è stato rimandato alle 15:00 di oggi. Su quest'emendamento il Governo ha dato parere negativo. La ferita nella Maggioranza intanto si allarga.

pubblicità