Consulta: scuola avanti con Dad, ma gravi disuguaglianze

13 mag 2021

Troppi i richiami inascoltati tanti i temi toccati nella relazione sulla giurisprudenza della Corte nell'anno 2020 il presidente della consulta Giancarlo Coraggio davanti a tutte le più alte cariche dello Stato, dal Presidente della Repubblica Mattarella al Premier Draghi si sofferma però soprattutto sulla pandemia, momento tra i più difficili nel quale però il paese ha dato grande prova di se, pur registrando momenti di tensione e accentuati conflitti Stato Regioni, laddove invece serve una più leale collaborazione a cominciare dalla Sanità. Necessario un esercizio centrale forte di coordinamento e correzione delle inefficienze territoriali, ulteriormente imposto dall'emergenza, qui quanto al pass verde pur riconoscendo il doveroso equilibrio tra riservatezza e privacy da un lato e tutela collettiva della salute dall'altro spiega. "Preferisco rinunciare a un po' delle mia riservatezza ma avere più libertà di movimento, più riprende una vita sociale che è quasi due anni che è inesistente." C'è poi la scuola e quel sacrificio riconosciuto a docenti e alunni che ha assicurato la prosecuzione del percorso formativo con però degli evidenti limiti. "E' stata comunque in grado di assicurare nei limiti del possibile la vitale prosecuzione dell'istruzione anche se si sono purtroppo manifestate gravi diseguaglianze." Sull'ergastolo ostativo che impedisce la concessione della libertà condizionale ai mafiosi se non collaborano la Corte ha bilanciato i valori in gioco, quanto gli ex terroristi che si trovano in Francia non si può istituzionalizzare il diritto alla fuga, avverte Coraggio, che poi sulla legge sull'omofobia parla di normativa opportuna, una Corte che dunque appare sempre più propositiva che per evitare zone immuni dal giudizio di legittimità delle leggi è sempre più tenuta a porre rimedio a ogni vulnus costituzionale. Troppi dunque i richiami inascoltati dal Parlamento le cui prerogative però non possono non essere rispettate.

pubblicità
pubblicità