Scuola e Covid, Conte chiede unità, Salvini attacca su Inps

27 set 2020

Il tema della scuola resta centrale nel dibattito politico, nei pensieri e nelle azioni del Governo, ma l'orizzonte per la maggioranza appare nuvoloso, non solo nei rapporti interni tra le forze politiche che sostengono l'esecutivo, con il Pd da un lato che fresco del risultato elettorale, chiede risposte immediate a cominciare dai decreti sicurezza dall'utilizzo del Mes e Movimento 5 Stelle alle prese con la riorganizzazione interna. Il premier Conte assicura rapidità d'azione, sostenibilità dei progetti di rilancio dell'economia a partire dal recovery plan, difende il ministro Azzolina dagli attacchi l'operato del Governo sulla riapertura della scuola cruciale per il Paese, ribadisce e al tempo stesso chiede unità: non dobbiamo disunirci nella fase cruciale della ricostruzione. Credo che oltre alla sfida della resilienza possiamo vincere anche quella della ripartenza ed è un impegno che prendiamo davanti alle generazioni future. Conte assicura poi le modifiche ampie ai decreti sicurezza, esclude il rinnovo di quota 100 guardando a una riforma pensionistica che pensi anche ai lavori usuranti. Ma se sulla scuola il Pd con il segretario Zingaretti chiede la massima attenzione con un appello ai giovani e al rispetto delle regole per evitare nuove chiusure sempre lo stesso leader dei dem invita ora l'esecutivo a un cambio di passo. Intanto scoppia un nuovo caso INPS sul Presidente Tridico per un cospicuo aumento di stipendio che avrebbe ottenuto grazie a un decreto interministeriale. Notizia che scatena le opposizioni già duramente schierate contro i vertici dell'istituto dopo le accuse sui ritardi dei pagamenti della cassa integrazione e la vicenda dei furbetti del bonus. Centrodestra compatto nel chiederne le dimissioni. Incredibile, il presidente dell'Inps, il presidente di un ente che da mesi non paga la cassa integrazione a milioni di lavoratrici e lavoratori che cosa fa? Si raddoppia lo stipendio. Roba da matti. In qualunque Paese al mondo la soluzione sarebbe solo dimissioni. Governo e maggioranza chiedono chiarimenti. Il Premier Conte annuncia un accertamento per approfondire la vicenda.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.