Siria, Mattarella: Ue marginale, ne paga le conseguenze

11 ott 2019

La preoccupazione è comune, tutti lo lasciano intendere. C'è chi lo dice a gran voce, Irlanda, Grecia, Slovenia, chi concorda. E' dal tavolo dei 13, il tradizionale summit del gruppo Arraiolos dei paesi europei, quest'anno ad Atene, che arriva l'allarme sulla crisi siriana e sull'emergenza immigrazione. Sergio Mattarella avverte: “Serve una politica estera comune.” “L'Europa era priva di influenza sostanziale in quel teatro. I protagonisti erano altri, ma le conseguenze si scaricavano sull'Europa. Oggi è ancora più così! I protagonisti sono altri, ma le conseguenze sono sull'Europa!” La più che calorosa accoglienza del presidente Pavlopoulos a Sergio Mattarella è il segno di un rapporto personale e, al tempo stesso, dei problemi comuni. Presidente greco che, a inizio seduta, omaggia, a nome di tutti i partecipanti, Mattarella, parlando di guida italiana e di gestione esemplare della crisi politica vissuta. Ma è l'emergenza migranti che divide. Celeste europeo fermo sul blocco dei flussi: “Proteggere i confini dell'Europa” ripetono. Ci sono i grandi, Germania e Italia, ma anche Irlanda ed Estonia, ad esempio, che sottolineano la necessità di una maggiore solidarietà, soprattutto con i paesi che hanno fronteggiato il fenomeno, Roma e Atene in testa, dice Steinmeier. L'accordo di Malta sulla redistribuzione, spiega il Presidente tedesco, è un passo in avanti, ma il vero obiettivo resta la riforma della legge sull'asilo. E Mattarella sferza i colleghi: “Una gestione sostenibile, naturalmente, tra i vari paesi, dall'Unione nel suo complesso, sostenibile, ma una gestione comune, non la rimozione del problema o il tirarsene fuori, perché questo esporrebbe l'Europa nei prossimi decenni a essere travolta!” Emergenza comune, risposta comune l'obiettivo! Alla fine arriva la dichiarazione di Atene: “E' un dovere difendere l'integrazione e resistere a ogni tentazione di un ritorno a un'Europa di rivali!”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.