Sulle armi è tensione tra Salvini e Di Maio

29 mar 2019

> Non passano neanche 24 ore dall'approvazione della legge che rende sempre legittima la difesa, orgoglio di Matteo Salvini e della Lega, votata con una certa freddezza dal Movimento che sul tema e sulla possibilità di acquistare più o meno facilmente un'arma, fra gli alleati di Governo la tensione si fa palpabile, a dividerli è un progetto di legge presentato dal Carroccio che consentirebbe di raddoppiare la potenza di armi che possono essere detenute anche senza licenza. Un modo spiegano esplicitamente per rendere più agevole l'iter per acquistarne una per difesa personale. Una proposta che farebbe virare ancora più a destra la maggioranza, stoppata da Luigi di Maio, con parole nette e dure: “io un Paese con la libera circolazione delle armi non voglio, non lo vuole il Movimento 5 stelle e dunque nessun eletto, mette in chiaro, voterà la legge ipotizzata dal Carroccio”. Quasi gelida la controreplica di Salvini all'amico di Maio, lo chiama così. - Di Maio si occupi e preoccupi di quello che arriva in Parlamento. Non arriverà nessuna proposta in Parlamento per la maggior diffusione delle armi. Per quello che mi riguarda la legittima difesa garantisce più diritti e più tutela alle vittime, non voglio in giro neanche mezza pistola in più. > l'argomento lo chiude anche il Premier Conte, sebbene con toni decisamente diversi: “non è un obiettivo del Governo quello di incentivare le vendite delle armi, assicura, non abbastanza evidentemente per frenare le critiche dell'opposizione con Zingaretti che accusa la maggioranza di voler fare un favore a qualche potente lobby che pensa ai propri business, ma non a difendere i cittadini. L'idea che uno si compri la pistola si difende e del far West”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.