Tav, Cirio chiede un commissario

09 lug 2020

La Torino-Lione è destinata ad essere divisiva e a suscitare polemiche. Nemmeno questa volta fa eccezione, la TAV non è stata direttamente inserita nel decreto semplificazioni tra le 36 opere per le quali è stato previsto un Commissario, circostanza che velocizzerebbe i lavori, ad esempio, sul tavolo resta il nuovo ponte di Genova, ma è entrata nel piano nazionale Italia Veloce. Si tratta di un elenco di 130 opere ritenute sì prioritarie per il Paese, ma per le quali non sono ancora stati studiati meccanismi ad hoc per rendere più spedita la realizzazione. Il premier Giuseppe Conte ha chiarito che non serve necessariamente un Commissario per procedere veloci, ma che è possibile prevederlo, nei casi più complessi. Per il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, non ci sono dubbi, la TAV e il caso complesso per eccellenza. Se non si ritiene complessa la TAV che attendiamo da decenni, allora io mi chiedo che cosa sia la complessità. È una situazione complessa e quando una cosa è complessa sono necessarie soluzioni radicali. Quella del Commissario e dei poteri speciali al Commissario, con regole Speciali, modello ponte Morandi, è l'unica strada che il Piemonte ha individuato come strada percorribile per risolvere questa situazione che il Piemonte attende da tempo. E attenzione la ripartenza della mia regione passa attraverso queste grandi opere. Per il Governatore del Piemonte non prevedere un Commissario per la TAV è una precisa scelta politica, un modo per non contrariare l'anima pentastellata del Governo. Per qualcuno che sta al Governo nominare un Commissario vorrebbe dire come riconoscere l’opera. Ma io credo che questa opera ormai lo Stato Italiano l’ha riconosciuta, è attesa a livello europeo e a livello internazionale e quindi che la si smetta di parlare, la si smetta di dividersi sui sì e sui no e si vada avanti con le opere infrastrutturali di cui ha bisogno la mia Regione.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.