Tribù, Appendino risponde alle domande social

23 mag 2019

Tante domande sono arrivate su Instagram per la sindaca di Torino, una l'ho riassunta io, chiedendole il futuro. Erano tante arrivate e, scusami, se te ne ho bruciata una. Vediamo quella successiva perché ci apre un altro scenario, più a Sinistra, se davvero è a Sinistra, del Movimento 5 Stelle. Dicci di più. “Esatto, su Instagram i nostri followers le chiedano “Che rapporti ha con Chiamparino? Farebbe un'alleanza nazionale con il PD?”. “Con Chiamparino ho un rapporto istituzionale. Oggi stupisce, forse, che due amministratori, un Sindaco e un Presidente della Regione vadano d'accordo, ma, come dire, è un obbligo e, secondo me, un dovere che noi abbiamo perché rappresentiamo delle istituzioni, prima che i partiti, quindi con il Presidente Chiamparino c'è stata una concordia su alcuni temi e su altri la pensiamo diversamente. Penso al Tav, per citarne uno, ma si lavora nell'ottica del territorio. In realtà, io credo che, come, peraltro, ha detto anche Luigi più volte, se dovesse, come dire, tra 4 anni, a fine mandato, riproporsi una condizione in cui il Movimento non avesse la maggioranza, si ricadrebbe esattamente in quello che è successo, perché oggi tutti chiedono perché non vi siete alleati con il PD, ma, in realtà, è stata fatta una proposta di contratto di Governo con varie forze politiche e, alla fine, le persone che hanno voluto prendersi la responsabilità con il Movimento di governare sono stati coloro che oggi sono con noi al Governo”. Era un PD, però, guidato da Renzi. “Era un PD guidato da Renzi”. E molti dei 5 Stelle hanno detto “Il problema non è il PD, ma Renzi”. Ora che Renzi non è più il Segretario è cambiato qualcosa? “Mah, non mi pare, nel senso che, voglio dire, anche alcune proposte fatte da Zingaretti mi sembra che non siano proprio coerenti con i valori del Movimento. Io credo che noi dobbiamo, innanzitutto, portare a termine il Governo, quindi 4 anni di lavoro e poi, ripeto, in seguito a future elezioni, se non ci dovesse essere una maggioranza su un'unica forza, a quel punto, magari, si dovrà riproporre un contratto di Governo e verrà proposto a chi siederà in Parlamento, però il tema, se posso ritornare, noi, parlo per me, Sindaco, prima di tutto sono un Sindaco, qui rappresenta un territorio, quindi ho il dovere di collaborare con tutte le forze politiche. Questo non significa alleanze di Governo”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.