Vaccini, con Astrazeneca per over 60 cambia piano vaccinale

07 apr 2021

AstraZeneca sì ma in via preferenziale sopra i 60 anni e nessun divieto al momento per chi deve ricevere la seconda dose. È questa la decisione del Governo in linea con gli altri paesi Europei, dopo aver ascoltato la raccomandazione del Consiglio Superiore di Sanità. Il nesso causale tra il vaccino AstraZeneca e le trombosi non è dimostrato ma plausibile, dice il professor Locatelli, sono eventi rarissimi sottolinea, ma superiori all'atteso nella fascia d'età sotto i 60 anni, da qui la raccomandazione. "La posizione che è stata di fatto decisa dal Ministro dopo un confronto che ha coinvolto oltre a noi tre anche altre figure istituzionali, è stato quello di raccomandare un uso preferenziale nei soggetti oltre i 60 anni di età." Da qui la decisione del Governo, ha spiegato il Ministro Speranza, nell'incontro con le Regioni di una circolare per il cambio di indirizzo che arriverà nelle prossime ore. Una sterzata che potrebbe avere degli effetti importanti sulla campagna vaccinale, per questo il Presidente del Consiglio Mario Draghi è già al lavoro per riprogrammare le dosi a disposizione. Il commissario Figliuolo ha annunciato che inizierà immediatamente la distribuzione di AstraZeneca, nella fascia dai 60 ai 79 anni. L'aprile è decisivo e aggiunge dunque un'altra curva pericolosa al cammino del Governo, perché la campagna vaccinale ora cambia e incrocia il suo percorso con il pressing sulle riaperture, ora anche Luigi Di Maio dopo Salvini e Italia Viva si schiera e parla di riaprire in sicurezza il paese, come le regioni che Draghi vedrà tra poche ore di nuovo. Sullo sfondo la rabbia sociale che comincia a pungere ed il Governo che sembra voler accelerare sul nuovo spostamento di bilancio, un primo via libera potrebbe arrivare entro metà della prossima settimana e sono in molti in Maggioranza a dirsi convinti che si supererà l'asticella dei venti miliardi.

pubblicità
pubblicità