Vincenzo Longo: Rialzo dell'oro per colpa del dollaro

05 ago 2020

Il rialzo dell’oro è stato frutto per lo più di una debolezza del dollaro nel corso delle ultime settimane, oltre che a un fattore diciamo di natura tecnica ma comunque affonda le radici nei mercati finanziari, ovvero i tassi reali negativi sul mercato che spingono molti investitori proprio a investire su asset che possono garantire un ritorno come per l'appunto l’oro, ma non solo oro, anche mercati tradizionali. Di fatto rispetto al passato il rialzo dell'oro in questo momento va di pari passo con i nuovi record storici segnati dalle borse americane, quindi diciamo ci sono dei fattori tecnici che stanno alimentando questo rialzo ma noi ci aspettiamo di più nel senso che il rialzo potrebbe continuare ancora nei prossimi mesi e addirittura potremmo vedere l’oro l’anno prossimo intorno ai 2.500 dollari l'oncia. Questo per effetto però magari di una tensione, di una crisi finanziaria che arriverà sui mercati nei prossimi mesi.

pubblicità