Design week, i 70 anni di Kartell a Palazzo Reale

L'ultima creazione presentata da Philippe Starck, al Salone del Mobile è una sedia progettata dall'intelligenza artificiale, perché l'evoluzione è per Kartell la parola d'ordine per il futuro. Un futuro che prende però sempre spunto dal suo passato, da quei 70 anni di evoluzioni, appunto e cambiamenti che oggi la storica azienda italiana fondata da Giulio Castelli festeggia con una mostra a Palazzo Reale di Milano. Nessuna celebrazione di quei pezzi iconici che hanno reso Kartell uno dei simboli del made in Italy, ma un percorso che mette in luce soprattutto la sua relazione con l’arte. Per i 70 anni ci siamo regalati questa operazione, questa mostra a Palazzo Reale, una mostra completamente diversa, perché è una mostra che farà vedere l'arte che si accosta a Kartell e quindi tutti i pezzi artistici e non e gli altri pezzi che possiamo vedere, dei prodotti normali che troviamo al Salone, troviamo nel negozio e troviamo nel nostro museo e quindi sarà proprio una festa al 100%. Si chiama The Art Side of Kartell ed è un percorso concettuale curato da Ferruccio Laviani e Rita Selvaggi, dove le opere esposte, alcune delle quali provengono dal Kartell Museo, sono tutte realizzate da artisti. Grandi nomi del design internazionale come Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Gae Aulenti, Philippe Starck, Vico Magistretti, opere d'arte che nel tempo sono state commissionate ad alcuni fotografi come Gabriele Basilico, Maurizio Cattelan, Vanessa Beecroft, Maurizio Galimberti. In esposizione anche le sette Electric Chairs che Bob Wilson aveva pensato e prodotto per i suoi 70 anni e che furono esposte nel foyer del Teatro La Scala. In un luogo simbolo di Milano, della cultura e dell'arte internazionale come Palazzo Reale, una mostra che racconta attraverso oggetti di design diventati opere d'arte, 70 anni di cambiamenti sociali e di linguaggi espressivi.


  • TAG