Festa del cinema di Roma, molte le star dal 17 al 27

Ho dei tic e urlo. Sì! Sembro un fenomeno da baraccone. Una festa per il pubblico e naturalmente una festa per il cinema. 33 film e documentari, nella selezione ufficiale. 13 incontri ravvicinati, eventi speciali e sociali, omaggi e restauri. A 14 anni dal suo inizio La festa del Cinema di Roma, sfodera i suoi ospiti. Da Edward Norton con il film di apertura, da lui diretto: Motherlee Brooklyn, all'incontro con John Travolta. Dai premi alla carriera, Bill Murray e Viola Davis al Pavarotti di Ron Howard, fino a “Tornare”, che sarà il film di chiusura di Cristina Comencini. Il tutto dal 17 al 27 ottobre con alcune pre-aperture già dal 14. Secondo me è la più bella festa che ho l'onore di dirigere da quando mi hanno chiamato nel 2015. Sarà una festa piena di star, piena di qualità e piena di donne. Un pranzo reale, una parata e una cena? Ci sarà l'atteso film “Downton Abbey” dalla pluripremiata serie Tv, spazio, ad esempio, alla riflessione sul pericolo della condivisione social, in “Share” di Pippa Bianco o al rapporto tra padre e figlio nel “Ladro di Giorni” con Scamarcio e soprattutto a quel di “The Irishman” di Martin Scorsese, già osannato dalla critica d'oltreoceano e proiettato verso gli Oscar. C'è un'amicizia antica ormai più che trentennale. È vero, era il film che volevano tutti sono orgoglioso, onestamente, e felice che poi abbia scelto Roma. Raccontare al pubblico un cinema molto internazionale, ma con tanti percorsi italiani, poi tanti percorsi per i ragazzi, mi sembra che sia la cosa migliore, se si pensa a costruire un progetto per il pubblico. Qualità e tanta varietà, un progetto di cinema sempre più aperto verso le novità e le passioni del pubblico.


  • TAG