Gli 85 anni di Brigitte Bardot, tra mito e battaglie

Non ha mai combattuto i segni del tempo, lasciando che questi le scolpissero quell'incredibile viso che l'ha resa così famosa in gioventù. Non si è mai nascosta dietro una battaglia, quella animalista, abbracciata negli anni '70 quando ancora non era di moda. O mai s'è fatta zittire dalle accuse di incitamento all'odio razziale, anti islamismo ed omofobia. Di Brigitte Bardot, ce n'è una sola e oggi BB compie 85 anni. Bella da far girare la testa, modella, ballerina, attrice ha lanciato mode, dalla pettinatura a nido d'ape al mito di Saint Tropez, che da semplice borgo di pescatori divenne centro del jet set internazionale, dopo E Dio creò la donna. Ha lasciato il cinema dopo 50 film all'apice di un'osannazione mondiale che la stava schiacciando come ha ammesso più tardi, diventando vittima della sua stessa immagine. La depressione, i tentati suicidi, i matrimoni naufragati e poi la rinascita, orgogliosa e coraggiosa. Niente carne nei suoi piatti, niente pellicce nei suoi armadi e tanta fierezza nel portare avanti ciò in cui crede. La stabilità nel cuore arrivata negli anni '90 con Bernard D'Ormale, attivista del Front Nationale di Marine le Pen. Sono di destra, ha sempre detto Brigitte, ma non sono fascista o nazista, come si dice in giro. Stravagante la definisce chi ha paura di donne non domabili. È ancora un mito suo malgrado, proprio per quel fascino che Brigitte ha fatto di tutto per cancellare dalla sua persona.


  • TAG