Madonna blocca asta di oggetti personali

Tradita e arrabbiata Madonna non ci sta, alza la voce e blocca un’asta in cui sarebbero andati all’incanto alcuni suoi oggetti personali, come biancheria intima e lettere private. La pop star accusa l’amica, evidentemente ex ormai, Darlene Lutz, frequentatrice di casa Ciccone, che avrebbe pensato bene di sottrarre preziose memorabilia durante il trasloco di Madonna a Miami. Tra le più cocenti una lettera di Tupac Shakur, rapper morto a Las Vegas nel 1996, con cui la cantante ha avuto in passato una breve relazione. Nella missiva, il rapper spiegava di aver scelto di lasciarla perché bianca e questo avrebbe compromesso l’immagine e i legami affettivi di lui, mentre lei sarebbe risultata più interessante. Valore della lettera intorno ai 400.000 dollari. Che non è l’unica, ce n’è anche un’altra, che Madonna scrisse a tale Jay, probabilmente l’attore ed ex fidanzato John Enos, in cui, lamentando un successo che ancora non arrivava, definiva le allora ben più note di lei Whitney Houston e Sharon Stone come dei personaggi terribilmente mediocri. Tra gli oggetti che più di tutti hanno suscitato le ire di Madonna, anche una spazzola con alcuni capelli attaccati. Da quei capelli potrebbe essere estratto il mio DNA, ha scritto la diva al giudice che ha bloccato l’asta, e questo è oltraggioso.


  • TAG
Autoplay