Scomparso Adam West, primo Batman della serie anni Sessanta

Continuerà sicuramente a proteggerla dall’alto la sua Gotham City, Adam West, il primo Batman della storia nella serie-tv iconica degli anni Sessanta che al termine di una lunga lotta con la leucemia si è spento all’età di 88 anni. “Era il migliore. Ci mancherà tantissimo”, è stata la reazione della famiglia e di tutti i suoi fan che nel corso degli anni l’hanno sempre seguito e sostenuto anche dopo aver tolto i panni del supereroe. “Una grande perdita per tutto il mondo del cinema e delle serie televisive che per sempre lo ricorderanno per le sue 170 interpretazioni del primo e iconico Batman”. Nato nello Stato di Washington, all’età di 15 anni si trasferì a Seattle con la madre dopo il divorzio dei genitori. Dopo un periodo nell’esercito, West si trasferì a Hollywood dove iniziò a lavorare in alcune serie televisive come Bonanza, Perry Mason e Bewitched. Il successo, quello vero, arrivò però soltanto con Batman, serie volutamente kitsch, che però andò avanti solo per due stagioni e che è stata rivalutata soltanto negli ultimi anni. Dopo la fine del successo legato al supereroe, West, come è successo ad altri attori che hanno legato il proprio volto eccessivamente ad un personaggio soprattutto nelle serie-tv, ha avuto qualche difficoltà a trovare nuovi ingaggi. Da ultimo, ha dato la voce nella serie animata I Griffin al sindaco di Quahog che si chiamava proprio come lui, Adam West.


  • TAG
Autoplay