Uomo Vitruviano, Tar approva prestito a Francia

L'Uomo Vitruviano può partire per la Francia. La Seconda Sezione del Tar del Veneto, dopo la Camera di Consiglio, respinge il ricorso presentato da Italia Nostra, sottolineando che gli approfondimenti tecnici che sono stati svolti, sono giunti alla conclusione che le rappresentate criticità sono risolvibili con precise cautele sulla movimentazione, sulla riduzione del numero di giorni di esposizione e con condizioni di illuminamento limitate a 25 Lux. Non può essere il Giudice amministrativo a sindacare la scelta di consentire l'esposizione dell'opera, che è già stata in mostra a Venezia, dove viene normalmente conservata dal 17 aprile al 14 luglio di quest'anno e che lo sarà nuovamente a Parigi dal 24 ottobre al 14 dicembre. Si dovranno rispettare gli standard di esposizione alla luce del disegno, consentendo all'opera un periodo prolungato di riposo al buio. L'Uomo Vitruviano potrà così volare a Parigi per essere esposto nella grande mostra al Museo del Louvre dedicata a Leonardo, anche perché i tempi tecnici per un ulteriore ricorso non appaiono praticabili. Soddisfazione esprime il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, che su Twitter scrive: “Ora può partire la grande operazione culturale italo-francese delle due mostre su Leonardo a Parigi e Raffaello a Roma. Operazione che, lo ricordiamo, prevede lo scambio di opere tra Francia e Italia.


  • TAG