Alessandro Mannarino, live al Museo d'Orsay

29 gen 2020

Sotto gli occhi di Monet, Renoir, Pissarro, Manet e dei tanti altri pittori impressionisti che abitano il meraviglioso Museo d’Orsay. È qui che Alessandro Mannarino, prima volta per un artista italiano, ha dato vita a un live suggestivo e unico. Il contatto con l'arte così alta, così elevata come questo tesoro che c’è in questo museo, per gli esseri umani è un atto di libertà, perché l'arte è un linguaggio. È un linguaggio che traduce passioni, idee, pensieri e una grande sensibilità. Quello che resta di ogni gesto artistico è il vero tesoro della storia dell'umanità. In 6000 sotto la navata centrale dell'antica stazione parigina, trasformata in museo il secolo scorso, hanno cantato e ballato al ritmo della sua musica. Un'iniziativa del d’Orsay per avvicinare i più giovani all'arte. Sotto l’imponente orologio si sono alzate le note di “Apriti cielo”, “L’impero”, “Me so’ ‘mbriacato”, “L'Arca di Noè”, alcuni dei brani più conosciuti del cantautore, che dal 9 ottobre sarà in tour partendo da un altro luogo magico, l'Arena di Verona.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.