Annalisa a Sky tg24 parla del nuovo album

16 dic 2019

“Buonasera e benvenuti. Benvenuta ad Annalisa”. “Grazie mille”. “Partiamo subito con il tuo nuovo pezzo Vento sulla Luna. Mi interessa un po' il racconto perché ho letto che è scritto da te insieme con Franco 126 e con Dardust, giusto?”. “Esattamente”. “E con Rkomi, quindi otto mani”. “E' andata proprio così. Ha una storia un po' lunga questo pezzo. In realtà è uno dei primi pezzi a cui ho lavorato per questo nuovo progetto che sta partendo ora. Risale più o meno a marzo, a marzo scorso. Noi ci siamo incontrati con Dardust nel suo studio, Dardust che conosco da tanto tempo, con cui avevo già collaborato, fatto tante cose con lui. C'era anche Franco, abbiamo coinvolto Franco”. “Che non è che passasse di lì”.”No no no, è stata una cosa organizzata, ci mancherebbe altro, però lui l'ho conosciuto in quella sede e abbiamo iniziato a lavorare. Io avevo questa idea del vento sulla luna come la speranza, l'illusione. Poi il vento sulla luna non esiste, però nella canzone è un po' il simbolo della speranza, dell'illudersi in qualche cosa e continuare ad inseguirla anche quando non la vedi. Comunque c'è un lieto fine dopo la malinconia del brano. Io avevo questa idea, l'ho sviluppata insieme a loro, che, devo dire, sono stati fantastici, si è creata una sintonia pazzesca, hanno capito perfettamente dove volevo andare. E poi da quel giorno ho capito che questo pezzo era importante e ho pensato subito che mi sarebbe piaciuta una collaborazione forte che gli desse ancora quella scintilla in più. Ho stimato tantissimo Rkomi dalle prime cose sue che ho sentito. Lui ha sentito poi il pezzo e ci ha aggiunto la sua parte ed è diventato quello che si sente adesso in radio”. “Visto che è quello che si senta adesso in radio e non solo in radio, noi ne facciano sentire un pezzettino anche qui. Volentierissimo”. “Stavamo parlando, mi stavi dicendo dove l'avete girato qua a Milano”. “Sì, esatto. Il posto precisamente è il complesso residenziale di Monte Amiata. Diciamo che il contesto della residenza con tante persone, tante unità abitative, era un bel modo per rendere l'idea, appunto, di trovarsi in una grande città, in mezzo a tanta gente e comunque a volte avere quella malinconia e volere più vicinanza, cioè sentirsi un po' soli in mezzo alla gente. A volte capita, a volte capita a tutti. Però il senso della canzone è poi anche trovare il modo per cercarla quella vicinanza e quella voglia di stare insieme e illudersi poi di inseguire un sogno sostanzialmente”. “Questo pezzo anticipa un album che uscirà nel 2020, nella prossima primavera. Tre indizi veloci sul prossimo album”. “Allora, tre indizi veloci. Come hai già anticipato tu, uscirà più o meno intorno alla primavera dell'anno prossimo”. “E questo non vale, l'ho detto io”. “E questo non vale, quindi altri tre. Allora, ci saranno tante canzoni, quindi sarà un bel disco bello corposo sicuramente. Poi altro indizio è sulla tematica, le tematiche affrontate. Diciamo che io vorrei proprio un po' cercare di raccontare la realtà e quindi venire un po' via da quello che magari a volte è più evidente sui social. Magari ci si mostra in parte per come si è, ma tante altre cose rimangono non dette. Io vorrei cercare di raccontare quelle cose che rimangono fuori dalle foto social, che rimangono un po' nell'ombra della quotidianità, quando nessuno ci vede e nessuno, quindi, ha modo di scoprire quali siamo quando siamo soli. Questo è un po' il mio scopo”. “Terzo indizio: ci saranno altre collaborazioni?”. “Spero di sì. Io sono sempre una grande fan delle collaborazioni perché quando si incontra il mondo artistico di un collega o una collega nascono sempre delle cose che magari non ti aspetti e che ti aggiungono tantissimo e aggiungono a quella persona. Si creano delle sintonie, delle sinergie nuove e quindi spero di sì. Spero magari una donna, chissà, vediamo, però mi piace sempre”. “Mi hai detto donna, prima hai parlato anche dei social. Unisco questi due puntini per dire: nella esposizione al pubblico di una persona che fa il tuo mestiere naturalmente, il fatto di essere donna può influire negativamente, ad esempio, sui commenti. Molto spesso si vedono dei commenti per cui a un collega magari maschio viene detto “che brutta canzone” e invece magari il commento nei confronti di una donna è su altri dettagli che magari con la musica non c'entro niente”. “Ok. Ma, allora, sì, in realtà succede, però, senza voler addentrarsi in pensieri negativi, io credo che questo sia legato un po' al fatto che la figura della donna cantautrice che racconta cose... in realtà siamo ancora poche, in realtà magari la donna è pensata come l'interprete o la bella ragazza che canta a volte, ma non è non solo quello, ci sono tantissime altre cose, solo che siamo poche. Io spero nel mio piccolo, così come tante altre mie colleghe, di dare un buon esempio, di far sì che in futuro ce ne siano sempre di più di mie colleghe più giovani che arriveranno, che non si accontenteranno di essere solo una bella ragazza che canta”. “Hai ricordato che non c'è vento sulla Luna, in realtà questo lo sai perché hai anche una laurea in fisica, questo lo ricordiamo en passant, ma Vento sulla Luna è anche l'evento che tu hai organizzato per il prossimo 4 maggio”. “Esattamente, il 4 maggio, Party sulla Luna. C'è proprio un po' questo doppio senso di festa, ma anche di partenza perché questo concerto per me dovrebbe essere proprio una festa celebrativa di partenza di questo nuovo progetto per cui sono così entusiasta e anche un po' impaziente. Onestamente non vedo l'ora che sia il 4 maggio e che il disco sia uscito e di poterlo raccontare a 360 gradi. Per ora c'è questo evento unico e non vedo l'ora di essere lì e cantarle tutte queste canzoni”. “Allora ci diamo appuntamento col nuovo album, poi il 4 maggio. Con questo ti ringrazio e ti saluto”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.