Firenze, scoperto crocifisso attribuito a Donatello

07 mar 2020

"Chi cerca trova" è un detto che deriva dal Vangelo. In una Chiesa di campagna, oggi inglobata dalla città di Firenze sotto dieci strati tra redipinture, colle e stucchi, ecco che appare Donatello, uno dei padri del Rinascimento. Il Cristo crocifisso datato 1460 circa è stato appena attribuito. Dopo un restauro che ha rivelato l'umanità sofferente del volto, Il movimento del drappeggio e la plasticità dei muscoli. Com'è arrivato nell'oratorio il crocifisso? E' arrivato tramite una compagnia di laici, questo crocifisso è qui da 600 anni. Molto probabilmente è stato commissionato dalla compagnia stessa che all'epoca aveva disponibilità finanziarie non indifferenti, perché in quel periodo lì son state commissionate altre opere d'arte che sono custodite qui, in questo ambiente. Questo crocifisso serviva per le processioni per questo era molto usurato, anche senza conoscere la sua origine è da sempre venerato dai parrocchiani di Sant'Angelo a legnaia. Qui è molto pregato, soprattutto nei momenti di calamita. Proprio nei momenti della peste ad esempio, e quindi in questi giorni per noi è emblematico averlo qui.

pubblicità
pubblicità