Golden Globe, le candidature. Cerimonia il 28 febbraio

03 feb 2021

"Tu sei tra i fortunati che possono viaggiare ovunque e a volte richiamano mi chiamano nomadi". Tre donne e due uomini candidati nella categoria miglior regia, la rivoluzione in questo caso passa anche attraverso i numeri. La stampa straniera che lavora a Hollywood ha reso note le candidature di film e serie tv, confermando la previsione di una rivoluzione in atto. Sono Chloé Zhao per Nomad Land, leone d'oro Venezia, Regina King per One night in Miami, passato sempre in laguna, ed Emerald Fennell per Una donna promettente, prodotto da Margot Robbie. Per il resto, sorprese poche e conferme tante. David Fincher regala il suo struggente Mank, sei candidature tra cui regia, film e attore protagonista Gary Oldman. Occhi puntati su Il processo e Chicago 7 e su One night in Miami, che sfodera Leslie Odom Jr come miglior attore non protagonista, anche se nella stessa categoria, Jared Leto in Fino all'ultimo indizio potrebbe dire la sua. L'Italia c'è, ma non come avrebbe voluto esserci, nessuna candidatura per Sofia Loren in La vita davanti a sé, ma due nomination: una come miglior film in lingua straniera, diretto da Edoardo Ponti, e una a Laura Pausini come miglior canzone originale. Vanessa Kirby per Pieces of a Woman, già Coppa Volpi a Venezia, dovrà invece vedersela come migliore attrice, con Viola Davis e Frances McDormand. I Golden Globe, che verranno consegnati il prossimo 28 febbraio, da Tina Fay e Amy Poehler in collegamento una da New York e l'altra da Los Angeles, premiano anche le migliori commedie musicali. In questa categoria lotta serrata tra Borat 2, Hamilton e Music. Incetta di candidature anche per la mini serie TV di Undoing disponibile su Sky, Nicole Kidman, Hugh Grant e Donald Sutherland hanno effettivamente lasciato il segno.

pubblicità
pubblicità