Le Brave Ragazze di Michela Andreozzi in sala dal 10 ottobre

03 ott 2019

“Se noi ci travestiamo da uomini non ci troveranno mai”. Una rapina in Banca, poi un'altra e un'altra ancora, meglio se travestite da uomini perché meno riconoscibili e perché in fondo le brave ragazze queste cose non le fanno. E' con una commedia divertente e un po' graffiante, ambientata negli anni Ottanta e ispirata ad una storia vera, che Michela Andreozzi torna dietro la macchina da presa. “Sei in ritardo di mezzora!” “L'anima della storia sono queste quattro donne, è questa banda di donne che è una banda non solo di aspiranti criminali, ma è una banda di amiche, quindi è una solidarietà, una rete di mutuo soccorso, di differenze che si incoraggiano e si sostengono l'un l'altra ed è un po' la famiglia che ti scegli, non quella che ti capita”. “Sono proprio fiera di quello che siamo state sia sullo schermo, ma soprattutto a macchina da presa spenta perché veramente ci siamo confrontate, abbiamo pianto insieme, abbiamo ascoltato canzoni, ci siamo incoraggiate, ci siamo sostenute”. “Mi può dire che cosa ha fatto ieri?” “Ieri sono stata tutto il giorno con la mia amica Chicca”. “Sì, è stata tutto il giorno con me”. Si intitola, appunto, “Brave ragazze” e la regista romana ha voluto a suo fianco amiche e colleghe per raccontare una storia socialmente sbagliata, ma umanamente comprensibile. “Parla di una gentilezza del vivere la quotidianità, anche quella più complicata, con un atteggiamento positivo, educato e veramente, veramente gentile”. “E' un po' più posata, ha un po' più di senno, però, nonostante questo, in maniera sorprendente è quella che diventa un po' la mente organizzativa di questa rapina”. “Sai, c'è un po' questa leggenda che quattro donne che lavorano insieme si tirano i capelli. Ora, insomma...”. “Si tirano le extension semmai”. “Ero tentata a levare le extension ad Ambra, però non l'ho fatto”. “La lavatrice nuova...”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.