Morta Lucia Bosè, una delle prime dive del Cinema

23 mar 2020

Vuoi prenderti una fucilata? Ma io abito lassù, devo andare a casa. Mi spiace, ma di qua non passa nessuno. A dare la notizia è stato il figlio Miguel, “Mia madre” - ha scritto su Twitter - “riposa già in posti migliori”. Con Lucia Bosè e se ne va una delle prime dive del dopoguerra. Nel cinema italiano era l'epoca delle maggiorate. Scoperta da Luchino Visconti, la Bosè, gira i primi film, dopo aver vinto il titolo di Miss Italia nel 1947. Debutta diretta da Giuseppe De Santis in: “Non c'è pace tra gli ulivi”. Nello stesso anno, Michelangelo Antonioni, la vuole accanto a Massimo Girotti in: “Cronaca di un amore”. Guido? Dimmi. Hai paura? No, perché? Guido se lasciassimo stare e non ci pensassimo più? Col regista ferrarese girerà anche “La signora senza camelie”. Va bene cosi? Benissimo. A metà degli anni 50, dopo aver lavorato con grande regista spagnolo Luis Buñuel, Lucia Bosè, sposa il torero Luis Miguel Dowling. Una storia d'amore che finisce sui rotocalchi di tutto il mondo. Dal matrimonio nascono 3 figli. L’attrice lascia per degli anni il cinema, dopo la separazione dal marito, torna al lavoro in decine di film. Fellini e Bolognini, sono solo alcuni dei registi che la dirigo. La Bosè che viveva in Spagna e che è morta a Segovia, era tornata in Italia lo scorso ottobre, ospite della Festa del Cinema di Roma per un libro, una sua biografia. In quell'occasione si era confidata, così ai nostri microfoni: L’importante è la libertà e l’amore, sono due cose di cui non puoi privartene.

pubblicità