Radiohead hackerati, online e in beneficenza la musica

12 giu 2019

“18 ore di musica disponibili per 18 sterline acquistabili per 18 giorni”. Hanno risposto così, non senza beffa, i Radiohead a chi la settimana scorsa aveva hackerato un minidisc di Thom Yorke, cantante e frontman della band, e minacciato di pubblicarne il contenuto se non avessero pagato 150 mila dollari. La musica inedita e registrata nel lontano 1997 ai tempi di “Ok Computer”, considerato ancora oggi uno dei loro capolavori, sarà invece ora disponibile a tutti i fan disposti a pagarla sulla piattaforma Bandcamp per circa 20 euro. Cosa ancora più importante e affronto agli sconosciuti ladri e ricattatori il fatto che il ricavato verrà devoluto in beneficenza a favore di un'associazione attiva contro i cambiamenti climatici. Quasi divertita la reazione del chitarrista Greenwood che aveva fatto intendere che si fosse trattato di un furto di musica non particolarmente interessante. Non si è fatta attendere nemmeno la reazione degli attivisti climatici che hanno ringraziato i Radiohead di cuore.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.