Verso gli Oscar, star italiane invitate dall'Academy

02 lug 2019

Ci sono delle eccellenze del cinema italiano tra gli inclusi negli 842 invitati a far parte, dal 2019, dell'Accademy che ogni anno assegna gli Oscar. Tra loro c'è il regista Matteo Garrone, che viene menzionato per i suoi due ultimi film, Dogman e il Racconto dei Racconti. Spiccano anche i nome di Carlo Verdone e di due altri attori: Toni Servillo e Giancarlo Giannini. Il tutto nell'anno in cui l'Academy ha deciso di conferire l’Oscar alla carriera alla regista Lina Wertmüller della quale Giannini è stato un attore feticcio. È un privilegio che tu hai di decidere poi dei quattro, cinque attori più bravi in quell’anno considerati i più bravi chi preferisci all’Oscar. Probabilmente guarderò se c’è qualche italiano. Servillo e Verdone a loro volta erano nel cast di un film Oscar italiano, quello vinto nel 2014 dalla grande bellezza di Paolo Sorrentino. Nella lista degli invitati figurano anche altri italiani, sono il montatore Marco Spoletini, Francesco Grisi, Alessandro Cioffi e Gaia Bussolati tutti e tre supervisori agli effetti visivi. Due le produttrici, Francesca Cima e Donatella Palermo. L'Academy attualmente ha più di 8.000 membri. Tra i nomi nuovi salta all'occhio la presenza di tante donne. L'Academy ha voluto sottolineare che sono il 50% dei nuovi invitati che rappresentano 59 Paesi. La percentuale di persone di colore di quest'ultima chiamata a far parte della giuria è il 29%. L’Oscar, insomma, non è più così white com'era stato polemicamente evidenziato solo tre anni fa.

pubblicità