Ripresa calcetto, Spadafora apre ma frena Cts

25 giu 2020

Fischio d'inizio rimandato, il calcetto potrebbe non ripartire, almeno per ora. Il comitato tecnico scientifico si è detto contrario alla ripresa, prevista per oggi, degli sport di contatto, amatoriali e dilettantistici dove distanziamento fisico e protezione individuale non sono facili da garantire. Secondo il parere del Cts, sarebbe troppo rischioso vista l'attuale e ancora delicata situazione epidemiologica in Italia. Discorso diverso per la serie A e attività agonistiche, ricominciate ormai da settimane. Secondo il comitato a fare la differenza è la presenza di un interlocutore formale; la società sportiva che si assume piena responsabilità e controllo dei protocolli anti coronavirus. Linee guida che mancano, se si fa riferimento a singoli individui e giocatori amatoriali. Favorevole, invece, alla ripresa immediata è il Ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, che, sentito il Cts, passa la palla al collega Roberto Speranza, rimanendo in attesa del suo parere, quello definitivo, che dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Lo stesso titolare della salute dovrà però, tenere conto della valutazione scientifica. Calcetto, basket, e beach volley sono i soli sport ancora fermi, dopo primo slittamento dal 18 al 25 Giugno. E visto che, nonostante tutto, le attività sportive, qualsiasi, si praticano ovunque, nei parchi e lungo le spiagge, secondo Spadafora riprendere nei centri con le garanzie assicurate dai documenti delle Regioni, aumenterebbe, scrive il Ministro su Facebook, la sicurezza per tutti.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast