Partito il taxi targato SpaceX-Nasa, destinazione ISS

16 nov 2020

Il taxi per le stelle targato Space X. È decollata nella notte con successo da Cape Canaveral la navicella Crew Dragon con a bordo 4 astronauti, prima missione operativa della compagnia privata del visionario e controverso imprenditore Elon Musk, ingaggiato dalla Nasa per porre fine al monopolio delle Soyuz russe sul trasporto degli astronauti a bordo della stazione spaziale internazionale, al termine del programma, Shuttle 9 anni fa. Dopo lo storico prova di volo a fine maggio, il decollo di un equipaggio completo, 4 astronauti, 3 americani e un giapponese, in volo per una missione di 6 mesi a bordo della stazione spaziale, avamposto del genere umano in orbita a 400 km sopra le nostre teste e laboratorio scientifico d'avanguardia. Ed è il potere della scienza di ciò che possiamo ottenere grazie a innovazioni, ingegno e determinazione, ha parlato il Presidente eletto Joe Biden, congratulandosi con la Nasa e battendo sul tempo Donald Trump che nel suo tweet rivendica il merito dell'intera operazione e di aver risollevato le sorti della nazione. Ad assistere al lancio con la moglie, il vicepresidente uscente Mike Pence che ha ricordato come grazie a missioni come questa gli Stati Uniti si riprendono le redini dell'esplorazione umana dello spazio.

pubblicità