Il Trono di Spade 8, Lena Headey racconta Cersei

26 apr 2019

Mi ha assolutamente cambiato la vita interpretare per 8 anni un personaggio in completa evoluzione. È stato straordinario, sapete, sono incredibilmente grata. Ricordo chiaramente l'episodio pilota. L'abbiamo girato in Scozia e ho pensato: questo potrebbe essere solo un episodio pilota. Sai che voglia dire, no? Un altro lavoro che non ti porta da nessuna parte. Ma tu fai tutto il possibile. Sì, ricordo chiaramente tutti quanti, una piccola Sophie la piccola Maisie, il piccolo Isaac e ora sapete, sono lì, tutti cresciuti. Ci sono tante persone con cui non ho avuto la possibilità di lavorare, ma Peter e Nikoolaj, adoro lavorare con loro e anche Charles Dance e Jack Gleeson e Colleen. Penso che questi erano il mio nucleo e ho amato ogni singolo minuto con ognuno di loro, mi viene da piangere. Come attore, tu lavori, lavori fai audizioni e a volte non ottieni la parte, altre volte la ottieni, a volte sono esperienze magnifiche, ma a volte sono esperienze pessime, ma questo è stato incredibile. Avevo del bellissimo materiale con cui lavorare. Ogni volta che leggevo uno script, dicevo: Oh mio Dio, anche solo recitare questi momenti è stato straordinario e molto divertente. Mi è veramente piaciuta la scena con Mark Addy nella prima stagione, perché era così intensa, era lunga pagine e pagine di copione ed era veramente inaspettata tutta questa intimità e onestà da parte di questi due personaggi. Quale miracolo tiene insieme il tutto? Il nostro matrimonio. Un assaggio del suo rapporto con Robert Baratheon, in qualche modo ti spiega chi è Cersei e perché si comporta in certi modi. C’è mai stata una possibilità? C’è mai stato un tempo, che so, un momento? No. Il mio Consiglio per Cersei: se incontri un uomo che si fa chiamare Alto Passero, stagli assolutamente lontana. Sono libera di andare? Dopo la tua espiazione. Ricordate Dontos il giullare? Ho supplicato a lungo Michelle, lui indossava questo cappello fantastico che lei aveva creato, ne sono ossessionata, ma credo sia finito chissà dove. Ma ogni anno tornavo alla carica e chiedevo: posso, posso averlo? E lei mi diceva “no” ed io “ma questa è l’unica cosa che vorrei davvero, quel cappello”. Siamo vicini alla fine ora, insomma mi mancano davvero pochi giorni, e penso che sarò molto emozionata a dire addio a tutto questo. La gioia di ritornare a vedere tutti di nuovo. Siamo diventati una famiglia ormai. Sì sarà molto strano, senza tutto questo. Sono passati 8 anni, mi mancherà.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.