Altro caso Floyd negli Usa: ispanico soffocato dalla polizia

Un altro video shock sulla brutalità della polizia Usa dopo quello sull'uccisione dell'afroamericano George Flyod. Questa volta la vittima è un ispanico, Carlos Ingram Lopez, 27 anni, morto durante l'arresto a Tucson, in Arizona. Nel video della body camera, diffuso dalla polizia ad oltre due mesi dall'episodio, si vedono gli agenti inseguire l'uomo dentro una casa, ammanettarlo e tenerlo con la faccia a terra per 12 minuti mentre chiede dell'acqua e mormora "non posso respirare" (come Floyd), prima di morire. Secondo l'autopsia la causa della morte e' una combinazione del blocco a terra in posizione prona con un cappuccio anti sputo e di un arresto cardiaco in presenza di una intossicazione di cocaina. I tre agenti - due bianchi e uno afroamericano - hanno tentato il massaggio cardiaco e gli hanno iniettato anche del Narcan, una sostanza per rianimare persone in overdose, ma inutilmente. I tre agenti coinvolti nella morte dell'ispanico Carlos Ingram Lopez a Tucson hanno presentato le loro dimissioni, mentre il capo della polizia Chris Magnus ha offerto le sue dopo la diffusione del video. I poliziotti coinvolti sono Samuel Routledge, Ryan Starbuck and Jonathan Jackson. La sindaca di Tucson Regina Romero, prima latina a guidare una citta' largamente ispanica, si e' detta "profondamente turbata e indignata" e ha offerto le condoglianze alla famiglia della vittima. .

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.