ItalBasket, Marcello Lippi in visita agli azzurri: le parole

01 set 2019

Veramente fa molto piacere avere una persona così importante come Lippi che ci venga a salutare. Abbiamo passato un po' di tempo con lui. Ci ha raccontato vari episodi dei mondiali e ci ha detto, ovviamente, che è importante il lavoro di squadra, lavori di gruppo, il sentirci uniti. Ieri ha detto che ha visto buona partita, ha visto molto belle cose, il cinque dei compagni di squadra, i consigli, insomma queste cose che alla fine poi sono servite ovviamente anche nei mondiali di calcio a vincerli, quindi speriamo che possa possa aiutarci - per quest'anno. - Le curiosità erano sulla gestione di un gruppo, sul fatto che magari vedi giocare dei giocatori nel club in un modo mentre nella nazionale in un altro, mi aveva colpito come si era sacrificato, giocava in modo differente Del Piero, soprattutto nei mondiali - del 2006 rispetto al ruolo che aveva nel club. - Si guarda sempre come i giocatori guardano uno che parla. Io ero a fianco a lui, me la guardavo e vedevo che i giocatori erano rapiti da questa cosa pur essendo del calcio che magari qualcuno era appassionato, non appassionato, un po' di meno. Poi sai, è sempre stato un giocatore che ha fatto un po' la storia del calcio italiano.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.