Giulia a Master of Pasta

Chiuse le porte di MasterChef, Giulia ha ancora una grande opportunità: quella di diventare il prossimo Voiello Master of pasta. Per vincere, il suo piatto dovrà essere il migliore tra tutti. Lo sarà? “Ciao, Giulia. Benvenuta”. “Ciao, piacere”. “Tre filetti”. “Porca miseria. Va bene, dai. Mi sono lasciata prendere un po’ troppo dalla fretta”. “Inizia una nuova avventura”. “Sì, assolutamente”. “Grembiule azzurro, Voiello”. “Sì”. “E la possibilità di diventare il prossimo Voiello Master of pasta. Voilà. Io ho messo il porro, la panna fresca, i pachino, le carote, le uova e il parmigiano reggiano. Io ti ho scelto la Mistery, però adesso tocca a te scegliere il formato di pasta ideale. Penne mezzane e trenette”. “Scelgo le trenette, perché è una pasta lunga che trovo prenda molto bene il sugo. Quindi, mi piace di più”. “Però tu avevi la possibilità di portare un ingrediente”. “Ho scelto di portare la vaniglia”. “La vaniglia?”. “Sì. Questa qua. Ha contribuito a rendere più particolare il mio percorso a MasterChef. Diciamo che ho conquistato Cracco per la prima volta con una fonduta di parmigiano alla vaniglia”. “Sei pronta per cucinare?”. “Sì, come no. Assolutamente”. “Abbiamo tutto?”. “Abbiamo tutto”. “Otto minuti è il tempo di cottura delle tue trenette, che è il tempo a disposizione che hai per realizzare il tuo piatto. La tua sfida inizia ora”. La sfida di Giulia è creare in otto minuti, con gli ingredienti della Mistery Box, il suo alleato perfetto e le trenette Voiello, un piatto che sia degno del titolo di Voiello Master of pasta. “Iniziamo, intanto, a tagliare tutte le verdure. Metto su la padella a scaldarsi”. “Quindi, con le verdure cosa facciamo? Le spadelliamo un pochettino?”. “Facciamo tipo un fondo, come se fosse una specie di carbonara. Al posto della pancetta, usiamo le verdure. E poi sopra volevo farci della panna montata con un po’ di vaniglia, per provare”. “Della panna montata sopra la pasta?”. “Sì. Proviamo così”. “Okay”. “Qua ho messo le verdure, per farle diventare belle croccanti, a cuocersi, a spadellare. Prendo le due ciotole”. “Utilizziamo tutto l’uovo?”. “Uno sì e uno solo il tuorlo”. “Okay”. “Okay”. “Velocissima perché sono già passati cinque minuti”. “Adesso monto la panna”. “Forza, forza. Quindi, la panna è pronta?”. “Yes”. “E a noi è rimasto un minuto di tempo”. “Ce la facciamo”. “Ce la facciamo? È tutto pronto?”. “Sì, è tutto pronto”. “Scoliamo”. “Okay”. “Dieci secondi. Velocissima. Devi mettere l’uovo? Cosa devi fare?”. “Devo mettere l’uovo. Adesso la tolgo dal fuoco e butto l’uovo”. “Quattro, tre, due, uno. Via tutto. Basta. Finito. Adesso è il momento di impiattare”. “Okay. Qualche zucchina. Anche la panna, così si scioglie piano piano”. “Il nome del piatto”. “Carbonara di verdure”. “Adesso tocca al pubblico decidere se questo è il piatto del nuovo Voiello Master of pasta. Quindi?”. “Votatemi perché il piatto è buono, lo possono fare tutti ed è anche per i vegetariani”. “Mangiamo?”. “Mangiamo. Io mangio così”. Ora il giudice sei tu. Vota la prova di Giulia nella cucina di Voiello per farla diventare il prossimo Voiello Master of pasta e aggiudicarti uno degli esclusivi kit Voiello. Tanti altri sono in gara. Non perderti nessun episodio.


  • TAG
Autoplay

Potrebbe interessarti anche


Playlist Correlate