5,2mln tonnellate di cibo buttate in un anno in Italia

05 feb 2021

Se non bastasse il significato etico allora 9,7 miliardi di euro buttati letteralmente nella spazzatura, dovrebbero fornire un quadro più preciso e preoccupante del fenomeno. Tanto è costato infatti lo spreco alimentare lo scorso anno in Italia 6 miliardi e 403 milioni di euro quello domestico, oltre 3,2 miliardi invece, le perdite nel commercio e nella distribuzione, per un totale di 5,2 milioni di tonnellate di cibo perduto. Questi i dati contenuti nel report pubblicato nell'ottava giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare diffuso dalla campagna Spreco zero. Un obiettivo lontano questo considerando i dati, anche se gli sperperi alimentari stanno diminuendo soprattutto in seguito alla pandemia. Durante il lockdown sembra infatti che sia è aumentata la consapevolezza del valore del cibo, con una contrazione in termini di sprechi, rispetto al 2019, pari al 12 %. Quello personale ad esempio è passato dai 30,6 kg agli attuali 27 kg di alimenti buttati. Sempre troppi, dunque, anche se in termini nazionali rappresentano oltre 220000 tonnellate di cibo salvato e un risparmio di 376 milioni di euro rispetto al 2019.

pubblicità
pubblicità