Apertura piscine, ma in Lombardia dopo il 31 maggio

22 mag 2020

Svuotate, ripulite, sanificate le piscine si preparano a ripartire con regole rigide per garantire il distanziamento, le prenotazioni e l'uso degli spogliatoi per proteggersi dal possibile contagio Covid-19 tenendo sempre in mente le direttive del Ministero della Salute che smentiscono categoricamente un maggior rischio contagio nelle entrate in acqua o nell'idromassaggio. In Lombardia stesse regole del resto d'Italia, ma l'apertura spostata più avanti. Abbiamo lavorato sulla piscina, abbiamo fatto il ricambio dell'acqua, abbiamo fatto un po' di manutenzione e sanificazioni generali prima di riempire la vasca. Abbiamo rivisto tutti gli impianti di controllo per avere i set-up anche automatici e alert automatici, laddove i valori non rispettassero le prescrizioni normative. Stiamo parlando del cloro? Del cloro. La piscina in teoria è l'ambiente più sicuro perché fra il cloro in acqua e il cloro che evapora, insomma, dovrebbe dare un contributo importante alla sanificazione anche dell'aria oltre che delle persone in piscina. Accessi con mascherina prenotati e contingentati. Uso esclusivo degli armadietti negli spogliatoi solo la chiave di volta, scelta anche dai Canottieri Olona, uno dei circoli sportivi più antichi della città. Avremo un'app che guiderà le prenotazioni. Le prenotazioni saranno secondo uno slot orario predefinito. Per regolare i flussi di accesso e soprattutto i flussi di permanenza negli spogliatoi l'app dividerà la frequenza di persone massime in due gruppi, in maniera tale che si eviterà che tutti coloro che sono in vasca e chi deve entrare s'incrocino e creino un traffico importante. La vasca rispetterà in termini di frequenza quelle che sono le disposizioni, che dice che sono sette m² per ogni nuotatore. Noi in realtà diminuiremo ulteriormente la densità delle persone. Per ora la maggior parte delle piscine apre l'accesso al nuoto libero. Per corsi collettivi si lancia la palla oltre Settembre. La gestione dei corsisti è ancora molto complessa, mentre con regole stringenti e sorveglianza attiva di addetti aprono le piscine esterne, fondamentale sfogo nei prossimi mesi in città. Sarà un servizio su prenotazione anche questo. I lettini, le postazioni saranno distanziate secondo le prescrizioni di legge, un metro e mezzo l'uno dall'altro, i 7 m² pro capite da dover gestire. I lettini saranno numerati, quindi ognuno entrerà qui con la sua app, troverà il suo lettino e ci sarà anche qui uno slot orario di riferimento. Al cambio turno ci sarà una disinfezione dei lettini che poi alla sera sarà seguita da una disinfezione complessiva che farà il personale. Ci sarà un'assistente che terrà conto del numero di persone che sono dentro e gestirà i flussi, evitando assembramenti e garantendo i famosi 7 m² pro capite anche a chi utilizzerà la vasca.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.