Blitz antidoping in tutta l'Ue, 243 persone arrestate

09 lug 2019

Nome in codice “Operazione Viribus” secondo Europol, che coordina le Polizie europee, si tratta della più grande azione giudiziaria mai messa in atto nel vecchio continente. L’operazione ha numeri impressionanti: 33 nazioni compresi Stati Uniti e Asia. 234 persone arrestate, con legami dimostrati verso 17 organizzazioni criminali, 24 tonnellate di prodotti proibiti, sequestrati nel corso delle perquisizioni. A supporto dei sequestri e delle intercettazioni sono stati raccolti e avviati a controllo quasi 1.400 campioni di sangue e urina prelevati ad atleti. A fare da capofila e promotore dell'inchiesta è stato il nucleo antisofisticazioni, i NAS, dei Carabinieri italiani. Nell'operazione sarebbe stata individuata una rete di spaccio e somministrazione, legata a decine di lavoratori clandestini, mentre una parte importante dei prodotti è costituita da steroidi e anabolizzanti, farmaci e pratiche mediche usate non a scopo terapeutico, ma per migliorare il rendimento psicofisico degli atleti, non si esce indenni dal loro utilizzo. Il doping nello sport è sempre esistito, ma fino a poco più di mezzo secolo fa non era perseguito né, dunque, punito dalle autorità giudiziarie, come invece succede sempre più meticolosamente oggi, grazie all'Agenzia mondiale dell'antidoping e ai vari Tribunali Federali Nazionali.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.