Coronavirus, bollettino Protezione civile del 12 aprile

12 apr 2020

Partiamo con il bilancio di oggi. Ad oggi il totale delle persone attualmente positive è di 102253 con un incremento di 1984 pazienti in più rispetto a ieri. Per quanto riguarda il dato dei ricoverati e dei ricoverati in terapia intensiva, prosegue il calo della pressione sulle strutture ospedaliere. Oggi infatti i pazienti in terapia intensiva sono 3343 con una riduzione di 38 rispetto a ieri e il numero dei ricoverati con sintomi 27847, 297 in meno rispetto a ieri. La maggior parte dei pazienti positivi sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi e sono pari a 71063, pari al 69% del totale. Oggi il numero dei deceduti è di 431. Il totale delle persone guarite, invece, sale a 34211, 1677 in più rispetto a ieri. Rispetto al dato di ieri voglio segnalare che la provincia autonoma di Bolzano ha effettuato un ricalcolo delle persone guarite, verificando una diminuzione di 110 persone rispetto a ieri. Il trend di crescita dei contagi mostra un incremento di 4092 nuove persone contagiate che porta il totale complessivo dei casi affetti da coronavirus a 156363, comprensivi quindi sia delle persone attualmente positive che di quelle decedute, che delle persone guarite. Per quanto riguarda le forze in campo voglio ricordare ancora una volta il numero straordinario, eccezionale, dei nostri volontari e delle volontarie che sono in campo, oltre 19220, che è il numero più alto registrato fino ad ora, a loro si aggiungono le forze dell'ordine, le forze di polizia, i vigili del fuoco e il personale sanitario, il personale delle regioni in genere. Ultima comunicazione che volevo fare è quella relativa a un provvedimento che ho firmato oggi. Oggi ho firmato un provvedimento per l'assistenza e per la sorveglianza sanitaria dei migranti soccorsi in mare o che sono giunti sulla terra ferma, sul nostro territorio nazionale, a seguito di sbarchi autonomi. Questo provvedimento si è reso necessario dopo il provvedimento interministeriale di qualche giorno fa, che ha dichiarato i nostri porti non sicuri, perché come sapete, nel nostro Paese abbiamo questa situazione sanitaria di particolare sofferenza per il coronavirus, quindi, abbiamo individuato il Capodipartimento delle libertà civili e dell'immigrazione del Ministero dell'interno in qualità di soggetto a tutore,per assicurare la sorveglianza sanitaria con il supporto delle Croce rossa e delle strutture del ministero delle infrastrutture e dei trasporti che voglio ringraziare per il supporto e per l'attività che presteranno e di fatto il capo Dipartimento delle libertà civili e delle immigrazioni procederà all'individuazione di binari o aree, strutture sulla terraferma, dove garantire la quarantena da parte dei migranti.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast