Crisanti a Sky TG24: riapertura scuole non è un dogma

17 dic 2020

Professore, cosa sta succedendo in Veneto? Sta succedendo un effetto che tra le altre cose avevamo già previsto, cioè che la zona gialla di fatto non era in grado di contenere la trasmissione e in modo particolare una zona gialla calibrata su un parametro coem quello dei posti in terapia intensiva e questi altri 21 parametri. In questo caso la trasmissione è aumentata a dismisura perché chiaramente non erano quelli i parametri giusti. In più il Veneto ha utilizzato per combattere questa fase i tamponi rapidi, ne ha fatto un grandissimo uso che purtroppo hanno delle sensibilità basse, quindi, se vengono usati i test rapidi come strumento di prevenzione, fa conto che io uso i test rapidi perché voglio impedire una persona infetta di entrare in una RSA invece di mettere una barriera, metto una groviera. E la zona rossa per quanto tempo sarebbe necessario rispettare queste misure? Guardi, ormai l'abbiamo visto anche in Lombardia, una zona rossa stile Lombardia fa il suo effetto in 3 4 settimane. La riapertura delle scuole è possibile a gennaio? La riapertura delle scuole non deve essere un dogma, deve essere una scelta fatta sulla base di dati, in questo momento non sappiamo se le misure adottate dalle scuole abbiano veramente un impatto sulla trasmissione, non sappiamo se l'impatto sulla trasmissione ce l'hanno invece i trasporti pubblici, o ce l'hanno le mascherine, non sappiamo se le zone gialle, arancioni o rosse in coincidenza con l'apertura delle scuole ci danno gli stessi risultati che ci hanno dato il mese passato. Quindi secondo me la cosa più ragionevole sarebbe riaprire le scuole in un distretto scolastico per regione, una regione gialla, una rossa e un arancione e vedere cosa succede. Quando ne usciremo, calcolando che adesso arriverà anche il vaccino? Se ne parla a settembre ottobre, se tutto va bene, nel frattempo abbiamo il problema di come arrivarci a settembre e ottobre. Io penso che non è mai troppo tardi per creare un sistema di sorveglianza stile, Taiwan, Corea, Singapore, in grado di bloccare la trasmissione. Che inverno si aspetta? Dio non voglia che ci prendo e poi Crozza mi distrugge, penso che sicuramente sarà un inverno difficile, non penso sarà un inferno fatto da alti e bassi come sulle e russe, sarà un inverno sulle montagne russe.

pubblicità
pubblicità