Gratteri a Sky Tg24: Io alla Giustizia? Farei la rivoluzione

21 dic 2019

Volevo chiederle questo: se lei non fosse rimasto tutti questi anni a Catanzaro, se per esempio, come si è pensato a un certo momento, lei fosse diventato ministro della giustizia, questa inchiesta non ci sarebbe stata però. Non lo so, avrei sicuramente, se avessi fatto il ministro avrei avrei sicuramente smontato e rimontato quello che ritengo non funzioni in Italia. Avrei cambiato i codici nel rispetto della Costituzione, avrei cambiato anche la geografia giudiziaria perché ancora oggi ci sono posti dove ci sono molti magistrati e posti dove mancano, avrei fatto tante cose, ho una rivoluzione in testa. Per adesso sono il felice procuratore di Catanzaro. La sera prima che ci siamo accorti, abbiamo capito che i capimafia sapevano, c'è stato il panico in questa stanza. C'è stato veramente il panico, non si respirava nemmeno talmente era la tensione. Però io mi sono imposto, ho detto diecimila volte: no, dovete partire dobbiamo farlo stasera. - Ma non è possibile, sono 3000 uomini, come li muoviamo? - No devo partire. salviamo il salvabile cominciate ad andare da quelli che bisogna arrestare, che vanno in carcere, poi gli chi deve andare agli arresti domiciliare, dopo due, tre giorni si costituiranno, li cattureremo. Intanto concentratevi su quelli più pericolosi" - Avete usato tremila carabinieri. - Io mi sono imposto, ed è andata bene. Senta avete usato tremila carabinieri, lei prima diceva che... aspetti, aspetti, che il salto di qualità della ndrangheta c'è stata quando è stato consentito agli ndranghetisti di associarsi alla massoneria deviata. In questa massoneria deviata, non so se anche a livello nazionale o solo a livello locale, gli ndranghetisti hanno occasione di incontrare alti magistrati, professionisti, è lì che avviene, diciamo, la soffiata? La soffiata sicuramente è partita dagli addetti ai lavori, è ovvio, non dal barista della piazza Matteotti, o non dal muratore. È ovvio che la soffiata è partita dagli addetti ai lavori. Noi qualche idea ce l'abbiamo e ci stiamo lavorando. La storia spiegherà anche chi è stato.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.