Il rider riassunto a Palermo: riconosciuti i miei diritti

24 nov 2020

A Palermo i corrieri di Glovo attivi siamo più di 150. Io lavoro per Glovo dall'ottobre del 2018. In breve verso il mese di maggio ricevo una posta elettronica dove mi viene detto non collabori più con noi e non ne conosciamo il motivo. E adesso, appunto, sono stato assunto per come ha detto il giudice Paola Marino del tribunale di Palermo, quindi attendo comunicazioni per questo contratto a tempo indeterminato. Questa sentenza l'ha sorpresa? Si e no, perché comunque io sono stato riconosciuto come un lavoratore subordinato, non come appunto a cottimo. Spero che chi ci guardi riesca un attimino a immaginare, a comprendere che, per esempio, come l'assistente di volo di una compagnia aerea, rappresenta l'immagine dell'azienda e dietro tutta questa struttura ci sono meccanici, ingegneri, assistenti di scale e quant'altro, il corriere è l'immagine dell'azienda, dove dietro ci sono i personal computer, ristoratori che lavorano, chi prepara, ma chi è che consegna? Noi, i corrieri, quindi, secondo me, un corriere dovrebbe o deve avere un contratto simile come tutele a chi lavora in ufficio, Raffaella da Sky Tg24.

pubblicità