Sfregiata con acido, Cassazione: no sconto a chi punisce ex

21 apr 2021

Nessuna frustrazione amorosa, per quanto dolorosa, può contribuire ad attenuare la gravità della condotta di chi procura sfregi permanenti come quelli prodotti dal lancio dell'acido all'ex-partner. Sono le parole che si leggono nel verdetto della Cassazione che ha negato ad Edson Tavares la concessione delle attenuanti. Era l'11 gennaio del 2017 quando l'uomo, l'ex-fidanzato di Gessica Notaro, la aggredì con l'acido. Il giovane l'aspettò sotto casa della madre per mettere a segno il suo folle progetto. La Cassazione parla di lesioni gravissime e frutto di un piano ordito con lucida preordinazione di mezzi e modi e non soggetta ad iscriversi in un contesto emotivo sopraffattorio della emotività. Il 33enne lo scorso 15 dicembre è stato condannato definitivamente dalla Corte di Cassazione a 15 anni, 15 mesi e 15 giorni di reclusione. Tavares, con il suo orribile gesto ha sfregiato la sua ex-fidanzata deturpando il suo volto tanto da renderlo irriconoscibile. La vittima, una modella, si è affidata al chirurgo per riappropriarsi dei suoi lineamenti, sottoponendosi, in questi anni, a più di un intervento chirurgico. Gessica Notaro è diventata il simbolo della lotta contro la violenza sulle donne e ha deciso di mostrare anche il suo dolore per far sì che nessuno dimentichi quanto le sia costato rinascere.

pubblicità
pubblicità