Virus, in Toscana ospedali off-limits a chi ha influenza

05 mar 2020

Primo comandamento: tutelare le strutture sanitarie. La Regione Toscana per fronteggiare l'incremento di casi da Covid 19 ha reso off limits tutti gli ospedali a chi ha sintomi di influenza. La prima misura dell'ordinanza riguarda l’interruzione dell’accesso all'ospedale di tutti i visitatori, pazienti ambulatoriali ed operatori sanitari che presentano sintomi simil-influenzali. Chi ha il raffreddore e fa la visita è bene che sia rimandato a casa. Mi sembra una misura minima. Nell'ordinanza firmata dal presidente Enrico Rossi, anche lo stop a tutti gli interventi chirurgici programmati, a meno che non siano di somma urgenza. È stato fatto anche un accordo con i privati e si ipotizza di aggiungere dei respiratori alle subintensive, in modo da fare un upgrade, un cambio d’uso. L'obiettivo è di aumentare i posti Letto dei reparti intensivi per dedicarne un centinaio ai pazienti gravi del nuovo coronavirus. Per ovviare alla carenza di mascherine, la Regione Toscana ha chiesto ad alcune aziende di produrre 20/30mila dispositivi come questo al giorno da destinare al personale medico negli ospedali. È in tessuto non tessuto e, in accordo con l’Università di Firenze, la Regione è convinta che possa essere un valido aiuto contro il contagio, tanto quanto le mascherine certificate.

pubblicità